Trend mobile: le app diventano green

È ormai un fatto consolidato: le App sono uno strumento sempre più utilizzato per lavoro e per divertimento e rappresentano una vera rivoluzione comunicativa.
Secondo l’Osservatorio Mobile Internet Content&Apps della School of Management del Politecnico di Milano, nel 2011 la spesa degli italiani per la navigazione da smartphone è esplosa con un +52%, salendo oltre quota 800 milioni di euro.
Un altro aspetto evidenziato, altrettanto rilevante, è la crescita del 4% del mercato Mobile Content & Apps (pay e adv) che nel 2011 è giunto a quota 530 milioni e per il 2012 ci si aspetta un ulteriore aumento superiore al 15 per cento.
A ogni necessità la sua App, come dire che la tecnologia è sempre più orientata a fornire ai consumatori strumenti in grado di rispondere a ogni esigenza. E la tecnologia web mobile riveste sempre più un ruolo chiave nella strategia di comunicazione integrata delle aziende, che utilizzano il canale mobile a complemento della comunicazione via web, ma soprattutto per coinvolgere il cliente in un’ottica interattiva.


Nello specifico, quali sono le ragioni che spingono un’azienda a cimentarsi nell’universo delle app?
Le applicazioni rappresentano uno strumento efficace per aumentare la brand awareness di un’azienda e consentono di interagire con il proprio target in maniera immediata. Inoltre, le loro funzionalità innovative e integrate ai social network consentono di condividere e diffondere contenuti engaging, ma soprattutto di raggiungere un pubblico sempre più ampio e diversificato.
Questi punti di forza della comunicazione mobile stanno spingendo le aziende a progettare app che arricchiscano la user experience, per esempio attraverso la geolocalizzazione, e in grado di generare valore aggiunto spendibile dai mobile user nella loro quotidianità fuori e dentro casa.
Volendo osservare questo trend attraverso la lente della sosteniblità, le aziende impegnate nel green business possono sfruttare le mobile app come nuova vetrina per testimoniare e comunicare in maniera integrata il loro impegno ambientale, moltiplicando le occasioni di contatto.
Da CCS, l’indagine single-source esclusiva del Gruppo Aegis Media per le analisi di segmentazione del target e di fruizione media, risulta che il 34% degli italiani 18-34enni con attitudini green regolarmente scarica app. “There is an app for that” recitava lo spot del primo melafonino, e tra le innumerevoli tipologie di app non potevano certamente mancare quelle rivolte alla sfera della sostenibilità. Dall’app che consente di scaricare il bilancio sociale di un’azienda, che per la versione mobile può essere reso più engaging grazie alla presenza di contenuti video o alla possibilità di lasciare un proprio commento; alle app che facilitano il consumatore nell’adozione di stili di vita green. Per esempio, grazie alla geolocalizzazione, gli user possono rintracciare facilmente le stazioni di ricarica per auto elettriche, possono conoscere i punti di raccolta e smaltimento rifiuti presenti in una determinata zona o se i prodotti che acquistiamo sono nocivi all’ambiente.
Ma oltre alle aziende, anche alcuni comuni italiani per essere virtuosi e sensibilizzare la cittadinanza hanno lanciato applicazioni green. A Padova, per esempio, la giunta comunale ha promosso il progetto con ‘Città Pulita’, l’app con la quale si può segnalare con tanto di foto ogni tipo di scarto o rifiuto rinvenuto sul territorio che necessiti di controlli e rimozione. A Verona è stata creata ‘Verona Differenzia’ per rendere ai cittadini più agevole la consultazione del calendario dei ritiri rifiuti. Per i più giovani, invece, il comune di Torino ha dato vita a ‘MiRifiuto’, un catalogo di giochi sviluppati per insegnare ai più piccoli come ridurre i rifiuti e riciclarli.
Oggi l’imperativo per un’azienda non può quindi che essere quello di raggiungere gli utenti anche attraverso modalità mobile, a patto però di saper sfruttare il mezzo proponendo servizi innovativi e contenuti rilevanti, e a supporto di una comunicazione coinvolgente e di una strategia di business efficace.

Leave a Reply

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.